PDA

Visualizza Versione Completa : farsi pagare bene un puntone floppato



gurupoker
27-02-08, 16:57
immaginiamo di avere J-T dal BB e abbiamo chiamato un call x3 di uhn giocatore in middle position molto chiuso. ha vhiamato anche il button che a suo volta è abbastanza tigh.
anche noi abbiamo un immagine abbastanza regolare non troppo aggressiva ma nemmeno passiva cmq.

flop: J-J-T

in una situazione normale con giocatori contro che bettano spesso sarebbe ottimo un check per aspettare il suo bet e rilanciare o chiamare ancora.

ma qui sappiamo che i giocatori che parlano dopo di noi sono molto attenti e chiusi.proprio per questo siamo ad un bivio a mio avviso....fare uno slowplay può anche essere buono ma se il raiser in medium position avesse un premium hand come AA,KK,QQ potrebbe migliorarsi e per noi sarebbe una catasftofe.....stessa cosa però facendo anche solo una value bet potremmo far foldare i giocatori prendendo pochissimo dalla monster hand che ci ritroviamo in mano

voi come agireste in un caso del genere ?
sò che ogni mano ed ogni tavolo (specialmente al cash)fanno storia a se ma avrete un modus operandi di base o una % di giocate di un certo tipo maggiore

LeleLele
27-02-08, 17:07
ceck...


poi cm và và...

anke se kredo nella sua puntata...

fumba
27-02-08, 17:17
in generale se seguo un raise e setto vado a puntare per star sopra a chi ha rilanciato, soprattuto in questo caso in cui siamo in 3 nel piatto.
in questa situazione puntando quello che spero è tener dentro un solo giocatore, magari che abbia AA o KK, quindi solo 2 outs per chiudere un punto più forte del mio, con quelle carte 99% vede la mia puntata e/o rilancia..antenne drizzate se dovesse cadere sul board un A o un K

ranti76
27-02-08, 17:26
io punto sempre, sono contrarissima al check, non regalerei mai una carta! se fa call poi dipenderà dalla carta girata

il_Profeta
27-02-08, 17:38
dipende molto dall'idea ke mi sono fatto dell'avversario ke ha reisato da middle.
Se immagino che una mia puntata grossa post flop lo possa indurre a pensare ad un mio bluff la faccio, anke xkè spesso può essere vista come una puntata a coprire magari una coppia piccola in mano o 2 overcard.
Se invece gli faccio 2 over card e cmq il classico tipo ke dopo un raise preflop punta forte anke dopo x nn mostrarsi debole gli faccio un minimo bet x fargli quanto meno venire qualche dubbio.
Premesso che in una situazione del genere è veramente difficile nn portare a casa il piatto, al cash raramente chekko post flop.

fumBino
27-02-08, 17:38
bel dilemma...
dal piccolo della mia esperienza giocherei così...
bet 2xmin...
se ha un progetto a scala (probabile per almeno uno dei due) andrà a seguire sperando che tu abbia il jack per poterti poi superare dal momento che il piatto è già abbastanza consistente...
poi è necessario valutare le giocate in turn e river!

ditemi se sbaglio!

Pingu
27-02-08, 17:48
beh se calliamo a un raise di 3bb facciamo parlare a prescindere il raiser ke probabilmente andra' in continuation... poi a seconda della sua puntata io callerei soltanto x non dare alcun punto di riferimento ... e poi a seconda dello svolgimento della mano io farei un bel reraise al turn se continua a puntare mentre una value bet al river se invece l avversario non punta al river ...

...in questo caso il rischio ke il mio avversario abbia AA, kk , qq o aj è un rischio che ci possiamo sobbarcare tutto sommato anche perche' visto ke parliamo di cash lo scopo è sempre quello di massimizzare le vincite e se non massimizziamo un punto come questo mi sa che difficilmente massimizzeremo altro ...

Matrox350
27-02-08, 18:10
voi come agireste in un caso del genere ?
sò che ogni mano ed ogni tavolo (specialmente al cash)fanno storia a se ma avrete un modus operandi di base o una % di giocate di un certo tipo maggiore

In una situazione normale senza maniac al tavolo con AJ sul bottone preflop voglio essere io a raisare, di regola non faccio un cold call con una mano marginale come J-T, mi puzza tanto di trouble hand.
Al flop esce JJT pazienza... se arrivassi al flop la mia scelta sarebbe una pot bet, non faccio quasi mai slow play anche se in questo caso abbiamo floppato il nut e ci potrebbe stare, se prendo un call vado di 2barrel al turn e se mi controrilanciano mando la vasca, se hanno una premiim hand e la migliorano nessun rimorso!

carloc67
27-02-08, 22:28
Non è stata considerata l'immagine che hanno gli altri di noi al tavolo, quindi cosa si aspettano gli altri da noi. io, siccome tendo a voler dare di me l'immagine di un giocatore tight,non faccio lo slowplay puzzerebbe di gancio quindi punto un po meno del solito ( bet minimo o per 1/4 pot dipende da quanto sono aggressive gli avversari). se al tavolo becchi il matto che va sempre a spingere allora puoi provare lo slowplay, comunque al turn picchiare la puntata per evitare il bloody river se c'è rischio

Nimesulide
28-02-08, 09:48
di regola avrei rilanciato io con AJ, ma poniamo che sia così, do come base che sia un flop raimbow nessuna paura di flush.... a sto punto faccio check e aspetto il suo steal e poi vado di reraise... se mi rilancia ancora nessuna paura allin, se anche lui invece fa check picchio e tolgo le odds al turn.. tutto questo ponendo sia cash...

fosse un hu.. tutta la vita slow fino a che non trova qualcosa

Nimesulide
28-02-08, 10:39
In una situazione normale senza maniac al tavolo con AJ sul bottone preflop voglio essere io a raisare, di regola non faccio un cold call con una mano marginale come J-T, mi puzza tanto di trouble hand.
Al flop esce JJT pazienza... se arrivassi al flop la mia scelta sarebbe una pot bet, non faccio quasi mai slow play anche se in questo caso abbiamo floppato il nut e ci potrebbe stare, se prendo un call vado di 2barrel al turn e se mi controrilanciano mando la vasca, se hanno una premiim hand e la migliorano nessun rimorso!

mat ti quoto perchè non so se te ne stai accorgendo ma da quando stai specializzandoti nel cash ti venuta la sindrome da luciom...

adesso può ancora passare ma se continui con questo ritmo tempo un paio di mesi ci vuole anche per te il traduttore linguistico da e per italiano to slang del poker ;)

gurupoker
28-02-08, 10:56
scusate mi sono accorto che c'era un piccolo errore....noi siamo sul BB quindi primi a parlare post flop.

In un caso del genere io entro + spesso di quanto si ci possa immaginare con un J-T.
Preferisco sicuramente un suited connectors come 8-9 o 9-T (questo per il fatto che su un raise con 8-9 sono generalmente meno dominato dato che il raise potrebbe arrivare da un A-J o anche K-Js .
In un caso del genere abbiamo un pot da 7.50$ (siamo ad un 0.50$/1$) e metto gli altri 2$ per vedermi il flop. Perchè chiamo nonostante una mano certamente non premium e con una posizione infelice post flop ?

Innanzi tutto non la scaro a priori....i due avversari è vero che sono solidi ma proprio la loro solidità fà si che su un flop strano posso portarmi via il pot con un furto semplice grazie ad una Cbet di 1/2pot....se vedo che rispondono al fuoco allora lascio perdere...ma sono diversi i piattini che riesci a fare quando inquadri personaggi estremamente chiusi.

Avendo anche io una immagine abbastanza rispettata e vedendo entrare giocatori abbastanza chiusi (anche in raise) entro con l'ottica di bluffare completamente il pot nel casoi esca un flop basso.....in questo caso ho il nut però e mi ritrovo abbastanza incerto su come farlo rendere.......

Il check ho visto che viene escluso a priori da molti...io invece credo che farei proprio check in fondo.....il giocatore in middle è possibile che abbia preso un J con un kiker A oppure ha una premium pair come AA,KK,QQ (anche se il raise x3 da middle mi dà qualche dubbio.....con AA forse per far entrare due avversari monetizzandoli al max. con qualche richio).....in ogni caso è facile che sia lui a puntare per chiudere la mano o per testare anche solo con un AK.....quindi aspetterei la sua mossa e nel caso di bet mi limiterei a chiamare per andare giù cattivo al turn. Se mi betta al flop è facile che mi ribetta anche al turn (ma nn sicuro dato che potrebbe puntare al flop proprio per comprarsi la quinta carta al river con un check per cercare di chiudere qualche colore o migliorare la suia premium pair)

il_Profeta
28-02-08, 11:11
In una situazione del genere al cash solitamente non faccio check perchè entro nell'ottica che il punto è mio e quindi devo tirare dentro quanto + possibile il mio avversario.
Un check può provocare 2 situazioni che a me nn piacciono particolarmente:
1- Un suo check, che abbinato ad una top pair gli dà la possibilità di guardarsi il turn gratis rischiando di chiudere il punto.
2- Un suo bet ke, indipendentemente dall'ammontare, sarò "costretto" a chiamare o reraisare. Il che implica far capire al mio avversario che punto ho chiuso (cmq dargli maggiori idee). A questo punto in base alle sue carte la scelta spetterà a lui (cosa che evito ke accada al cash) se continuare o meno, x via delle informazioni che gli ho dato. Quindi ce il rischio di nn ottimizzare il puntone floppato.

Come detto in precedenza dipende molto in qs casi dall'idea ke mi sono fatto dell'avversario. Diciamo x generalizzare che dopo il flop in questi casi faccio un bet minimo x2, nella maggior parte dei casi nel cash, specie a nn alti livelli, come minimo viene chiamato.

gurupoker
28-02-08, 11:31
sì ma dipende anche molto dall'idea che gli altri hanno di te......dando un immagine forte se fai uin check-raise è sicuro che sveli il tuo punto......ma d'altra parte un check-call potrebbe far pensare all'avversario che stai giocando per chiudere anche una bilaterale (se l'avversario puntasse poco e cmq sono due i giocatori nel pot).

La tua puntata in questo caso quanto sarebbe prof ?

il_Profeta
28-02-08, 11:39
sì ma dipende anche molto dall'idea che gli altri hanno di te......dando un immagine forte se fai uin check-raise è sicuro che sveli il tuo punto......ma d'altra parte un check-call potrebbe far pensare all'avversario che stai giocando per chiudere anche una bilaterale (se l'avversario puntasse poco e cmq sono due i giocatori nel pot).

La tua puntata in questo caso quanto sarebbe prof ?

se nn ricordo male è 0.50/1 ed abbiamo callato un raise x3 del middle, chiamato anche dal bottone. Piatto di 9.50 farei un bet di 3/4 $. Il dollaro di differenza dipende da come immagino la reazione dell'avversario. Se so che con un 3 si immagina una puntata mia a farlo entrare vado di 4. Sembra assurdo parlare di 1$ d differenza, ma almeno io al cash ci faccio caso.

Matrox350
28-02-08, 18:56
mat ti quoto perchè non so se te ne stai accorgendo ma da quando stai specializzandoti nel cash ti venuta la sindrome da luciom...

adesso può ancora passare ma se continui con questo ritmo tempo un paio di mesi ci vuole anche per te il traduttore linguistico da e per italiano to slang del poker ;)

Eh eh ho riletto il post e mi è venuto da ridere Nime... diciamo che io sto a luciom come la cocca colla sta all'originale... non mi avvicino nemmeno nel linguaggio!!!!!!!!!!!!!!!