Il gioco è vietato ai minori di 18 anni - Giocare troppo può causare dipendenza
Pokeritaliaweb Forum - Powered by vBulletin

User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Vocabolario: il Poker dalla A alla Z

  1. #1
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    65,899
    Mentioned
    65 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Vocabolario: il Poker dalla A alla Z

    Vocabolario: il Poker dalla A alla Z

    Spesso nei forum e nei commenti delle mani sentiamo vocaboli inglesi che non capiamo. Ecco un articolo che sarà fondamentale per tutti i principianti che sono ancora ai primi passi. Il Vocabolario del poker dalla A alla Z tutto da leggere!

    ABC
    Usato per indicare un tipo di gioco molto semplice e prevedibile. es. "quel player gioca abc".

    Ace Rag
    Vogliono indicare un asso ed una carta di poco valore, quindi un asso con un kicker basso. A2o è il miglior esempio di Ace Rag.

    Action
    Viene utilizzata per indicare molta azione al tavolo.

    A-Game
    Si usa per dire che un player sta giocando al meglio delle sue possibilità.

    Aggressive-Aggro
    Un giocatore è aggressivo se punta e rilancia molto di più rispetto ai call che effettua.

    Aggrodonk
    Un giocatore aggressivo ma donk, aggredisce ma senza sapere ciò che sta facendo.

    All-In
    Si ha quando un giocatore punta tutte le sue chip.

    American Airlines
    Uno degli innumerevoli nomi di una mano di partenza con due assi. Il logo della compagnia aerea americana consiste in 2 A.

    Ante
    I soldi che tutti i giocatori devono pagare prima di ricevere le proprie carte. Questa puntata obbligatoria si usa soltanto in particolari varianti del poker, come ad esempio 7 Card Stud. Nel caso dell’ Hold’em la puntata obbligatoria si riduce in genere ai blind o nei tornei parte dai livelli più avanzati.

    ATC
    Effettuare una puntata o una chiamata con delle carte qualsiasi.

    AvgPot
    Abbreviazione di “piatto medio delle ultime 20 mani”

    Ax
    Utilizzato per indicare una A di qualsiasi seme.

    Backdoor
    Un backdoor flush oppure una backdoor straight al flop contengono 3 delle 5 carte richieste e necessitano di altre due “carte perfette” al turn ed al river per completare la propria combinazione.

    Bad Beat
    Si ha quando una mano “legittima” viene battuta da una mano scarsa che è divenuta la mano migliore soltanto alla fine con molta fortuna. Inoltre, si tratta di una mano che non avrebbe dovuto nemmeno più essere in gioco in molti casi.

    BB
    Abbreviazione per big bet e big blind. Spesso si trova la definizione Xbb/100 mani. Normalmente indica sempre big bet e non big blind.

    Belly Buster
    In italiano: “panciata”. Si tratta di un’altra parola per Gutshot (vedi Gutshot). Non va scambiato con un Double Belly Buster. Esempio: avete in mano QJ ed il board è K 2 9. Ogni 10 completa una scala. Il tutto prende anche il nome di “insight straight draw”, ovvero scala ad incastro.

    Big Bet
    Le unità di puntata al turn ed al river nei giochi limit (solitamente il doppio delle small bets che possiamo effettuate preflop e sul flop o nelle prime streets negli stud games).

    Big Blind
    La puntata del blind che deve essere depositata prima della distribuzione delle carte. Questa viene messa nel piatto dal giocatore seduto nella seconda posizione (in senso orario) dal mazziere (button). Nel cash i giocatori appena seduti al tavolo devono puntare un big blind, ma lo possono fare da qualunque posizione.

    Big Slick
    Un nomignolo per A K.

    Blank
    Una carta al turn oppure al river, che non permette di completare una combinazione forte. Molto probabilmente i rapporti di forza sono rimasti invariati. Un esempio: il flop è A J T rainbow (tre semi diversi) ed il turn porta un 2. In questo caso il 2 sarebbe un blank. Su un board di 53A il 2 ovviamente non sarebbe un blank.

    Bluff
    Un giocatore bluffa se punta oppure rilancia senza avere carte buone. Egli vuole ingannare l’avversario facendogli credere di avere ottime carte, costringendolo al fold per incassare il piatto.

    Board
    Le carte comuni (vedi Community card)

    Boat
    Un altro nome del full.

    Bottom Pair
    Una coppia in combinazione con la carta più bassa sul board.

    Brick and Mortar
    Significa letteralmente: mattone e malta. Si vogliono indicare i casinò offline/live/reali.

    Bubble
    L’ultimo posto non premiato nei tornei.

    Burn
    La carta più in alto del mazzo di carte viene messa da parte (“burned”, ovvero bruciata) prima che si scoprano flop, turn e river. Nei giochi offline questo avviene per motivi di sicurezza. Infatti, nel caso di una carta contrassegnata il baro non può vedere quale è la carta seguente.

    Buy
    a) Buy the pot – vincere il piatto con un bluff.
    b) Buy the button – far passare con una puntata oppure un rilancio tutti i giocatori dopo di sé, per avere nel giro di puntate seguente la miglior posizione possibile (quindi il button).

    Button
    a) Il mazziere, b) la posizione del mazziere. Il button viene contrassegnato con un simbolo rosso che passa da giocatore a giocatore in senso orario. Il giocatore al button deve (può) decidere al flop per ultimo e ha quindi più informazioni di tutti.

    Buy-In
    La puntata minima per poter partecipare ad un determinato gioco di poker. Anche quota di iscrizione per i tornei.

    Call
    Vedere (o chiamare).

    Calling Station
    Un giocatore passivo e scarso che vede troppo e rilancia raramente. I calling station sono gli avversari da cui poter trarre il massimo profitto.

    Cap
    L’ultimo rilancio possibile in un giro di puntate. Normalmente nei siti di poker su internet si può puntare una volta e rilanciare tre volte.

    Case
    L’ultima carta mancante dello stesso valore (ad esempio: due 7 sono sul tavolo; uno ce l’ho io. Se il mio avversario ha il 7 del seme mancante, allora ha in mano la case card).

    Cash Game
    Una partita che si gioca direttamente per soldi. Il contrario di cash game è il torneo, poiché qui si gioca per chip da torneo e quindi soltanto indirettamente per soldi.

    Chase
    Si vedono le puntate e si spera di pescare una o più carte di un certo tipo. L’espressione è anche riferita ad una persona che vede troppo, il cosiddetto chaser.

    Chat
    Grazie al live chat si può conversare con i propri avversari durante la partita.

    Check
    Se tocca ad un giocatore ed egli non vuole puntare può fare check (cip/parola).

    Check-Raise
    Si ha quando un giocatore fa prima check e poi rilancia nello stesso giro di puntate.

    Chop
    Un accordo tra i blind di riprendersi i soldi dei blind, senza puntare. Sempre se tutti gli altri giocatori hanno passato in precedenza.

    Clean Out
    Una carta che nel prossimo giro di puntate formerebbe sicuramente la combinazione più forte.

    Close the Betting
    Terminare il giro di puntate. In questo modo non si può più rilanciare.

    Cold Call
    Vedere un rilancio, pagando in un colpo solo due puntate. Non si tratta di cold-calling, invece, se si effettua un call, seguito da un rilancio e si vede di nuovo una sola puntata.

    Collusion
    La collusione è una forma di imbroglio. Dei giocatori collaborano in una squadra per avere un vantaggio sugli altri giocatori allo steso tavolo. Ad un tavolo offline questo può accadere attraverso dei segnali prestabiliti. Ad un tavolo online questo può accadere in chat. I giocatori ottengono tramite la collusione un vantaggio ingiusto. Essa è ILLEGALE. È più difficile smascherare i bari offline, ma su internet questo non rappresenta un problema, dal momento che si possono vedere le mani giocate.

    Community Cards
    Le carte comuni. Le community card vengono scoperte nel mezzo del tavolo e possono essere usate da tutti i giocatori per formare la propria combinazione. Si usa spesso anche la definizione “board”.

    Complete Hand
    Una mano definita da 5 carte.

    Connector
    Una mano di partenza nell’Hold’em con due carte connesse di valore. Ad esempio, la mano 9-10 è un connector. Nel caso di una mano come 8-10 si parla di un gap (spazio) connector.

    Connected
    Con questa espressione si vuole definire il board. Un board come Q 7 2, ad esempio, è unconnected ed un OESD qui non è possibile. Nel caso di un board come 9 J K, invece, si parla di un connected board poiché sono possibili molti progetti e delle scale già completate.

    Counterfeit
    La svalutazione di una mano a causa di una carta sul board, che rende irrilevante una o due carte al board. Spesso la propria mano viene persino rafforzata, ma quella avversaria ancora di più.

    Covered
    Avere più chip del proprio avversario.

    Cowboys
    La mano di partenza nell’Hold’em che consiste in due Re (KK).

    Cripple
    “To cripple the deck” significa che un giocatore ha una gran parte oppure tutte le carte in mano che si possono combinare in modo efficace con il board.

    Crying Call
    Un call (al river) che viene effettuato nonostante si pensi di perdere, poiché i pot odds sono particolarmente vantaggiosi.

    Cut Off
    La posizione all’immediata destra del button.

    Dead Money
    a) Soldi di un giocatore che non partecipa più alla mano; b) un partecipante ad un torneo senza reali possibilità di vincita.

    Dealer
    Equivale a button.

    Deal-making
    Discussione tra giocatori (sopratutto al tavolo finale) per dividere i premi.

    Deep
    Anche Deep Money, Deep Stack – avere molti soldi al tavolo in relazione ai blind.

    Discounting Outs
    La svalutazione degli outs che non necessariamente farebbero vincere la propria mano, sia perché potrebbe aiutare maggiormente un avversario, sia perché lo svantaggio acquisito è già troppo.

    Dog
    La forma abbreviata per “underdog”, ovvero un giocatore con esigue probabilità di vincita.

    Donkbet
    Una puntata a sorpresa, normalmente puntare al flop senza aver rilanciato preflop.

    Dominated Hand
    Una mano che perde contro delle mani “legittime” a causa di un kicker più basso. A9, ad esempio, viene dominato da tutti gli assi più grandi.

    Double Belly Buster
    Il double belly buster ha 8 outs, esattamente come l’open ended straight draw. La differenza sta nella distribuzione delle carte. Esempio di double belly buster: avete JT ed il board è Q A 8. Ogni 9 ed ogni K completano una scala. Nel caso dell’open ended straight draw avete quattro carte in fila (vedi OESD).

    Double up
    Si raddoppiano le proprie chip in un’unica mano. Questo accade quando al No Limit 2 giocatori con uno stack di pari valore vanno all-in.

    Down Card
    Sinonimo di hole card. Sono le carte che vengono distribuite in modo coperto, con il “viso” rivolto in basso (down).

    Downswing
    Un periodo sfortunato che, nel caso di un giocatore con un valore atteso positivo, porta a delle perdite.

    Draw
    a) Prendere una carta oppure farsela distribuire; b) una mano non completa, ad esempio un flushdraw (progetto di colore) oppure uno straightdraw (progetto di scala).

    Drawing Dead
    Si tenta di formare una combinazione che risulta inferiore ad una combinazione già formata di un avversario.

    Early Position
    La posizione in un giro di puntate nella quale un giocatore deve agire prima rispetto a tutti (o quasi) gli altri. Ad un tavolo Hold’em da 10 giocatori le prime 5 posizioni dopo il button fanno parte dell’early position.

    Equity
    Le probabilità di vincita di una mano fino allo showdown, quindi la parte del piatto che spetta di “diritto”a un giocatore. Poniamo il caso il piatto contenga 100 dollari ed un giocatore abbia una probabilità di vincita pari al 50 %. La sua equity attuale sarebbe di 50 dollari.

    Expectation
    La vincita attesa. Ovvero, la vincita che in media si ottiene con una determinata mossa.

    EV
    EV = expected value/valore atteso. La quantità di soldi/chip che in media si vincono al poker effettuando una determinata mossa. Esempio: poniamo il caso che per vedere la prossima carta io debba vedere una puntata di $10 per un piatto di $50. Nel 25% dei casi pesco la carta che mi serve per vincere la mano. 3 volte su 4 questa carta non arriverà e perderò ogni volta $10, quindi $30 in totale. Ma la quarta volta avrò la carta in questione e vincerò $50. La mia vincita totale per le 4 mani giocate è quindi $50 - $30 = $20. In media, quindi, riesco a guadagnare $5 con il mio call. Ciò significa che il mio valore atteso positivo per questo call è di $5.

    Extra Blind
    La puntata che un giocatore deve effettuare quando si siede ad un tavolo, oppure quando cambia posizione al tavolo. Eccezione: entra in gioco nella posizione del big blind.

    Family Pot
    Un piatto in cui più di 3 giocatori effettuano un call al pre-flop e vedono il flop.

    Fast Play
    Un gioco aggressivo. Si punta e rilancia, ogni qualvolta si presenta l’occasione.

    Favorite
    La mano con le più elevate probabilità di vincita.

    Fifth Street
    Definita anche “river”.

    First In
    Il primo giocatore che investe volontariamente dei soldi nel piatto.

    Fish
    Il pollo. Un giocatore scarso.

    Flush
    Cinque carte dello stesso colore.

    Fold Equity
    Le probabilità che tutti i giocatori passino la propria mano.

    Fourth Street
    Definito anche turn.

    Free Card
    Una carta al turn oppure al river, per la quale non bisogna pagare poiché gli avversari (anche uno solo) fanno check invece di puntare. Spesso si ottiene questo modo passivo di giocare grazie all’aggressione mostrata nel giro di puntate precedente (Free card raise).

    Freeroll
    Un freeroll è spesso un torneo la cui iscrizione è gratuita, ma è possibile vincere dei soldi. I siti di poker adoperano questi freeroll spesso per motivi pubblicitari ed attirare nuovi giocatori. Nel caso di un $5000 Freeroll il sito poker mette a disposizione un montepremi di $5000 per il torneo. L’espressione freeroll, però, può essere usata anche in una partita di poker. Ciò avviene quando due giocatori si affrontano con la stessa mano. Spesso però uno dei giocatori ha maggiori probabilità di vincere la mano. Esempio: Antonio ha Qh Jh e Nicola ha Qc Jc. Il flop è Ah Kh Td. Entrambi i giocatori hanno la migliore scala possibile, ma Antonio ha anche la possibilità di completare un colore, avendo due carte di cuori in mano. Se non arriva nessuna carta di cuori il piatto si divide. Se, però, arriva un cuori, allora Antonio avrà la combinazione più forte.

    Full Table
    Un tavolo da 9 o 10 giocatori.

    Gap Hand
    Una mano di partenza, le cui carte sono vicine di valore, ma non sono connesse (ad es. 10 8).

    Gap Concept
    Il “gap concept” è stato creato da David Sklansky. Si tratta di un concetto strategico da torneo che afferma che si ha bisogno di una mano più forte per vedere rispetto alla mano di cui si ha bisogno per rilanciare egli stesso. Tra le mani per rilanciare e quelle con le quali poter vedere un rilancio, vi è una differenza (inglese: gap). In un torneo è molto importante “rubare” i blind. Per tale motivo si deve spesso rilanciare al pre-flop, dal momento che in questo modo è possibile appropriarsi dei blind. Tuttavia, per vedere un rilancio si ha bisogno di una mano migliore, poiché non è più possibile rubare i blind.

    Gutshot
    Un progetto di scala, nel quale soltanto un tipo di carta completa la scala (a differenza della scala bilaterale, l’open ended straight draw, nella quale due tipi di carte sono utili.

    Hand
    a) La miglior combinazione possibile di cinque carte; b) l’insieme dei giri di puntate dal pre-flop allo showdown.

    Hand Protection
    Proteggere una made hand con il gioco aggressivo di fronte a mani con progetti deboli, con l’intenzione di costringerli a passare. Al flop i progetti deboli (weak draws), come i gutshot oppure delle middle pair hanno raramente sufficienti pot odds per effettuare un cold call di fronte ad un rilancio.

    Hand-for-Hand
    Giocare in contemporanea mano per mano ai tavoli rimanenti, poco prima che i giocatori entrino nella zona premio. Con ciò si vuole evitare che uno o più giocatori ad un tavolo impieghino molto tempo per pensare, aspettando che agli altri tavoli vengano eliminati dei giocatori. I ritardatari, quindi, entrerebbero nella zona premio con dei mezzi sleali.

    Heads-Up
    Un piatto, al quale partecipano soltanto due giocatori.

    Hero
    È il giocatore che pubblica una mano con il convertitore nella convenzione 2+2 (vedi forum di mani d’esempio).

    High Cards
    Ogni carta superiore al 9.

    Hit
    Il flop aiuta (hittare), quando migliora la propria combinazione.

    Hole Card
    La carta che il giocatore riceve coperta dal mazziere, affinché gli altri giocatori non la possano vedere. Nell’Hold’em all’inizio di ogni mano un giocatore riceve sempre due hole card.

    Implied pot odds
    I pot odds attuali che comprendono tutte le puntate che si vinceranno ancora, se si completa la mano vincente.

    In position
    È il proprio turno dopo un determinato avversario e, pertanto, si ha un vantaggio in termini di informazioni.

    Induce a Bluff
    Fare check e indurre l’avversario a bluffare, quando questi presumibilmente avrebbe passato se avessimo puntato.

    Inside Straight Draw
    Quattro carte che necessitano di una carta tra quella inferiore e quella superiore per completare una scala. Equivale al Gutshot Straight Draw.

    ITM
    Acronimo di “in the money”. Concludere un torneo di poker in una posizione che garantisce la vincita di denaro.

    Jackpot
    Alcuni casinò/casinò online offrono dei tavoli speciali, ai quali bisogna pagare ad ogni mano una piccola somma per poter partecipare al Jackpot. Potrebbe trattarsi un High Hand Jackpot (vince la Scala Reale) oppure, nella maggior parte dei casi, di un Bad Beat Jackpot. Nel BBJ vince il giocatore che perde con una mano fortissima (poker o meglio).

    Key Card
    La carta che completa la propria mano/combinazione.

    Kicker
    La carta spaiata che determina il vincitore della mano se le altre carte sono uguali (vedi Dominated Hand).

    Ladies
    La mano di partenza nell’Hold’em, formata da due Donne (QQ).

    Late Position
    Le ultime due posizioni (cut-off e button).

    Leak
    Una debolezza da parte di un giocatore che influenza negativamente il proprio tasso di vincita.

    Limit Poker
    Una variante con delle puntate massime prestabilite ed una quantità predefinita di rilanci.

    Limp (In)
    Vedere una puntata al pre-flop.

    Live
    Le carte che non si trovano nelle mani di un avversario. Esempio: io ho AT, il mio avversario ha AQ. Il mio asso non è live, poiché un asso sul board non mi aiuterebbe. Il mio T, però, è live.

    Live one
    Un’altra espressione per “fish”. Un pessimo giocatore che gioca molte mani. Potrebbe essere sia un calling station sia un maniac.

    Longhand
    Un gioco di poker con 7 o più giocatori.

    Loose
    Un giocatore che gioca troppe mani di partenza e vede troppo.

    Made Hand
    Una mano completata ritenuta al momento in vantaggio. In genere almeno una top pair o meglio.

    Main Pot
    Nelle situazioni in cui un giocatore è all-in, si crea un main pot (piatto principale) ed un side pot (piatto secondario). Nel side pot vanno a finire tutte quelle puntate che il giocatore che è andato all-in non può vedere. Quest’ultimo può al massimo vincere il main pot. Il side pot va ad uno degli altri giocatori.

    Maniac
    Un giocatore iper-aggressivo che nel breve periodo potrebbe essere molto pericoloso (esercita molta pressione e non si riesce a capire cosa ha in mano), ma nel medio termine perde molti soldi.

    Micro-Limit
    I limiti troppo bassi per poter essere vantaggiosi per una card room reale. Fondamentalmente questo vale già per il limite 1/2. Nel linguaggio del poker online si vogliono indicare tutti i limiti inferiori a 0,5/1.

    Middle Pair
    Una coppia formata con la board card al flop che è la seconda più alta di valore.

    Middle Position
    Ad un tavolo da 10, le posizioni 6, 7 e 8.

    Minimum Buy-In
    La somma minima con la quale un giocatore può sedersi ad un tavolo.

    MTT
    Acronimo di Multi Table Tournament. Quindi un torneo che si gioca a diversi tavoli.

    Muck
    a) Non mostrare la mano con la quale si ha perso; b) il mucchio delle carte scartate; c) mettere le carte scartate in questo mucchio.

    Multiway pot
    Un piatto al quale partecipano 3 o più giocatori al flop (contrario: heads-up).

    No Limit
    Una variante nella quale in ogni giro si può puntare quando si vuole (ovvero tutto quello che si ha davanti a sé sul tavolo).

    Nuts
    La miglior mano possibile (in combinazione con il board).

    Odds
    Le probabilità di avere (presumibilmente) la mano migliore con la carta successiva contro le probabilità di mancare la carta necessaria.

    Offsuit
    Una mano di partenza nell’Hold’em che consiste in due carte di colore differente.

    OESD
    Acronimo di Open Ended Straight Draw. Un progetto con quattro carte in fila per una scala. Esempio: avete JT ed il board è K Q 2. Ogni A oppure ogni 9 completano la vostra scala. Spesso si abbrevia con la sigla OESD.

    Out
    Un out è una carta che al giro successivo migliora nettamente la propria combinazione, affinché esistano reali possibilità di vincita. Se si devepartire dal presupposto di essere in svantaggio al flop, si contano gli outs per decidere se è vantaggioso continuare ad investire dei soldi per vedere la carta successiva.

    Out of position
    È il proprio turno prima di un determinato avversario e, pertanto, si ha uno svantaggio in termini di informazioni.

    Overbet
    Si ha quando in una partita di No-Limit si punta una quantità maggiore rispetto alla somma del piatto.

    Overcall
    Vedere una puntata dopo che diverse persone hanno già visto.

    Overcard
    Una carta più alta rispetto ad ogni carta sul board.

    Overpair
    Una pocket pair maggiore rispetto ad ogni carta sul board.

    Pair
    Una coppia. Con una mano di partenza come A8 oppure K5 si ha una coppia con un board del genere 3 5 8.

    Passive
    Un giocatore è passivo quando rilancia relativamente poco e vede molto.

    Play Money
    Soldi virtuali. Il principiante può acquisire esperienza ai tavoli play-money senza investire dei soldi veri.

    Pay out
    La divisione del prizepool secondo le premiazioni delle varie posizioni itm. Nei tornei di solito vengono pagati dal 10% al 20% dei giocatori al via.

    Pay Off
    Vedere la puntata di un giocatore ,che rappresenta una mano migliore della propria, a causa di pot odds invitanti.

    Play the Board
    Usare allo showdown le cinque community card, poiché il valore della loro combinazione supera quella usata con una delle proprie hole card.

    Pocket
    Le due carte della propria mano di partenza.

    Pocket Pair
    Una coppia nella propria mano di partenza. Ad esempio pocket aces.

    Post
    Il blind extra che bisogna mettere nel piatto (post) se ci si siede ad un tavolo oppure si cambia di posto.

    Post-flop
    La fase che va dal flop al river.

    Pot-Committed
    Una condizione nel No Limit Hold’em nella quale si è praticamente costretti a vedere anche con il resto delle proprie chip, dal momento che l’entità del piatto e del proprio stack non permette una decisione diversa secondo i principi matematici.

    Pot-Limit
    Una variante del poker nella quale la puntata non può superare la somma contenuta nel piatto. Si abbrevia con PL.

    Pot Odds
    Il rapporto tra la puntata ed il piatto. In altre parole: il rapporto costo-beneficio, in inglese risk-reward ratio.

    Pot Equity
    Vedi Equity

    Pre-flop
    Il giro di puntate che precede il flop.

    Protection
    a) Blind Protection. Si investono altri soldi per difendere la puntata obbligatoria dei blind già pagata; b) coprire nel gioco dal vivo le proprie carte con la mano affinché non possano essere considerate nulle (foul) dalle carte scartate di un altro giocatore; c) hand protection (vedi sopra).

    Put On
    “To put someone on a hand” = provare a determinare la mano dell’avversario, ovvero formulare un ipotesi basata sulla logica su quale mano oppure gamma di mani (“range of hands”) un avversario potrebbe avere.

    Quads
    Un poker, o four of a kind.

    Rag
    Ogni carta inferiore al 9. In genere una carta di valore relativamente basso.

    Ragged
    Un board che probabilmente non aiuta nessun giocatore in particolare, poiché è molto poco coordinato. Spesso è composto da carte basse.

    Rainbow
    Un flop con tre carte di colore diverso (suits). Non esiste l’eventualità che si possa completare un colore.

    Raise
    Rilancio. Rilanciare sulla puntata precedente.

    Rake
    La percentuale del piatto che chi ospita la partita di poker riceve per l’usufrutto del tavolo. Il rake matura spesso soltanto a partire da una determinata somma presente nel piatto ed aumenta col progredire del limite.

    Raked Hands
    Se si è seduti ad un tavolo e si è ricevuta la mano di partenza, in caso di rake maturato, viene accreditata una raked hand. Non fa differenza se si passa prima oppure dopo il flop, ma conta soltanto il fatto di aver ricevuto delle carte.

    Rank
    Il valore di una carta.

    Range
    Quali combinazione di carte possibili faccimo in mano ai nostri avversari

    Read
    Determinare la mano possibile dell’avversario.

    Rebuy
    Un’opzione grazie alla quale in un torneo si possono acquistare di nuovo delle chip, se quelle precedenti sono andate perse.

    Reload Bonus
    Si tratta di un bonus che spesso i casinò online offrono a chi gioca con soldi veri. Il giocatore riceve una determinata percentuale come bonus sul suo prossimo deposito.

    Represent
    Rappresentare una determinata mano significa simulare attraverso le sequenze delle puntate una mano forte, sopratutto nel caso di un board minaccioso.

    Ring Game
    Il tipico gioco di poker di breve durata (su internet una mano dura all’incirca 60 secondi), in contrapposizione ad un torneo.

    River
    L’ultimo giro di puntate (la quinta community card, 5th street).

    Rock
    Un giocatore tight-passive:,molto prudente, non possiede creatività e si lascia bluffare facilmente.

    Runner
    Definito anche runner-runner. Una mano completata con molta fortuna, poiché necessitava di due carte perfette al turn ed al river.

    Running Pair
    Si ha quando le carte al turn ed al river formano una coppia.

    Round of Betting
    Un giro di puntate. L’Hold’em è costituito da quattro giri di puntate (pre-flop, flop, turn e river).

    Satellite
    Un torneo piccolo, attraverso il quale è possibile qualificarsi per un torneo più grande.

    Scare Card
    Una carta potenzialmente pericolosa per se stessi oppure per un avversario.

    Second Pair
    Una coppia superiore alla seconda carta più alta ed inferiore alla carta più alta del board (vedi middle pair).

    Semi-Bluff
    Un gioco aggressivo con una drawing hand, nella speranza di far scartare la mano all’avversario. Se il semi-bluff viene visto, si ha ancora la possibilità di formare la mano migliore, grazie al potenziale del progetto. Inoltre, si può anche continuare con il bluff, se si è dell’opinione che l’avversario abbia visto soltanto con delle overcard.

    Set
    Un tris formato con le due carte della propria mano di partenza.

    Shark
    Un ottimo giocatore (“squalo”). Sharkscope, sito che si occupa di tracciare i risultati di sng ed mtt online.

    Short-handed
    Un tavolo da 2-6 giocatori.

    Short Stack
    Una quantità di chip esigua rispetto alle chip degli altri giocatori.

    Showdown
    La conclusione di una mano di poker. Ogni giocatore ancora nel piatto mostra le proprie carte per poter determinare il vincitore.

    Side Pot
    Si creano i side pot (piatti secondari) quando almeno un giocatore va all-in (vedi main pot).

    Sit and Go
    Definito anche SNG. Spesso si tratta di tornei No Limit one table (in casi eccezionali multi table). A differenza dei tornei con un orario predefinito, questi iniziano quando il tavolo è pieno. Ci si siede, il tavolo si riempie e si parte. Per i principianti i SNG sono veleno puro, poiché si possono perdere molto velocemente i propri soldi.

    Slow Play
    Giocare una combinazione forte lentamente (simulando debolezza), per non indurre l’avversario a lasciare il piatto.

    Small Bet
    Le unità di puntate al pre-flop ed al flop.

    Small Blind
    Il giocatore alla sinistra del mazziere posiziona una parte della puntata base nel piatto (spesso la metà del big blind), prima che vengano distribuite le carte.

    Smooth Call
    Vedere soltanto con una mano molto forte (per fare slow play) per invogliare i giocatori seduti alla propria sinistra e mostrare eventualmente la propria forza ad un giro di puntate più costoso.

    Split Pot
    Il piatto si divide.

    Split Two Pair
    Si ha una doppia coppia, senza che ci sia una coppia sul board.

    Stack
    I soldi che si hanno sul tavolo.

    Stakes
    La quantità di chip.

    Steal
    Un rilancio al pre-flop da una middle o late position senza che nessun altro giocatore sia entrato nel piatto. Uno steal al post-flop equivale ad un bluff.

    Stop-and-go
    Una sequenza di puntate, con la quale si vede soltanto un rilancio “out of position”, per poi puntare prima dell’avversario al giro di puntate successivo.

    Straight
    Una scala. Cinque carte in fila che si formano combinando il board e la propria mano di partenza. Con l’asso si possono formare due scale, ovvero una scala bassa (A2345) ed una alta (TJQKA). Una mano di partenza A3 completa una scala con un board del tipo 245KJ. La mano di partenza KJ completa una scala con un board del tipo 9TQ32.

    Suited
    Nell’Hold’em, le mani di partenza con le carte dello stesso colore (Cuori, Quadri, Picche, Fiori).

    Table Image
    L’impressione che gli avversari hanno di un giocatore.

    Table Stakes
    Una regola del poker che vieta di puntare più soldi rispetto a quelli che si hanno davanti (attraverso un reload) durante lo svolgimento di una mano.

    Tell
    Un gesto non voluto (nascosto) di un giocatore che rivela la forza della sua combinazione.

    Thin
    “Drawing thin” significa avere soltanto pochi outs.

    Tight
    Un giocatore è tight se gioca soltanto con mani di qualità e se al post-flop continua a giocare soltanto con made hand oppure progetti buoni.

    Tilt
    Un giocatore “on tilt” gioca in modo selvaggio ed iper-aggressivo a causa di un periodo molto sfortunato oppure grandi perdite finanziarie.

    Time
    Dicendo “time” un giocatore chiede del tempo di riflessione durante una partita dal vivo.

    Top Pair
    Una coppia formata da una delle proprie hole card e la carta più alta sul board.

    Top Set
    Un set formato dalle proprie hole card e la carta più alta sul board.

    Top Two
    Split Two Pair formata dalle proprie hole card in combinazione con le due carte più alte sul board.

    Top and Bottom
    Split Two Pair formata dalle proprie hole card in combinazione con la carta più alta e quella più bassa sul board.

    TPTK
    Acronimo di top pair top kicker. Esempio: si ha in mano AK ed il board è A Q 4. Quindi si ha la coppia più alta (top pair) con il kicker migliore (top kicker).

    Trap Hand
    Una mano di partenza come KJ, KT o QT, che facilmente può arrivare soltanto seconda, a causa del kicker potenzialmente debole.

    Trips
    Tris.

    Turn
    Nei giochi con il flop è la quarta carta che viene distribuita e quindi il terzo giro di puntate.

    Turn-raise
    Il rilancio di una puntata precedente al turn. A seconda del contesto il proprio rilancio oppure quello di un avversario.

    Two Pair
    Una doppia coppia. Vedi Pair. La mano di partenza JT forma una doppia coppia su un board del tipo J T 4.

    Unconnected
    Con “unconnected” oppure semplicemente “not conneced” si indica il board. Un board come Q 7 2, ad esempio, è unconnected ed un OESD non è possibile in questo caso.

    Under the Gun (UTG)
    Il giocatore che al pre-flop deve agire per primo. Quindi il posto a sinistra del big blind.

    Underdog
    Un giocatore, lei cui probabilità di vincere il piatto sono inferiori al 50 %.

    Upswing
    Un periodo molto fortunato, nel quale si vince molto di più rispetto alla media.

    Value
    Se un giocatore punta “for value”, allora vuole che l’avversario veda, poiché crede di avere la mano migliore.

    Variance
    L’intensità di upswing e downswing a cui è soggetto il proprio bankroll.

    Villain
    La definizione di un avversario in una mano. Il giocatore stesso viene definito, pertanto, molto spesso come “Hero”.

    VPIP
    Acronimo di Poker-Tracker di "Volontarily put money in the pot", (tasso di flop visti meno i check dalla posizione del big blind).

    WA/WB
    ”Way ahead or way behind”. Una situazione nella quale ci si trova molto in vantaggio oppure in svanaggio. Esempio: si ha in mano AA ed il board è 8 8 2. Se l’avversario non ha un 8 oppure 22, allora si è molto in vantaggio. Se, però, l’avversario ha queste carte, allora la situazione cambia drasticamente.

    Weak-tight
    Equivale a tight-passive. Un giocatore weak-tight gioca troppe poche mani di partenza, tralasciando ottime possibilità di steal. Egli sottovaluta il vantaggio dato dalla posizione e dall’iniziativa. Inoltre è facile farlo cadere in un bluff. Vedi anche “Rock”.

    Wheel
    Una scala dall’asso al 5.

    Wtng
    Abbreviazione per “aspettare”.

  2. #2
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    20,587
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Riapro qusto post che molte volte passa inosservato ma che invece é molto utile per chi si sta avvicinando al mondo del poker.

    Qui trovate giá tanti termini usati, nel cose ne mancasse qualcuno potete chiedere in questo post e provvederemo ad aggiungerlo.

  3. #3
    Data Registrazione
    May 2012
    Località
    Sabbioneta
    Messaggi
    32
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    imho? (molto utilizzata soprattutto nei commenti tecnici a mani)
    "Amo talmente questo gioco a tal punto che mi gioco i coin flip pure a prato fiorito"

  4. #4
    Data Registrazione
    Aug 2007
    Messaggi
    20,587
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Citazione Originariamente Scritto da TheMinoz Visualizza Messaggio
    imho? (molto utilizzata soprattutto nei commenti tecnici a mani)
    Ho problemi a modificare il post originale, comunque IMHO sta per = In My Humble/Honest Opinion, per la mia umile opinione.

Discussioni Simili

  1. Event #15: Pot Limit Hold'em $1,500
    Di gurupoker nel forum WSOP 2011 - LIVE!
    Risposte: 72
    Ultimo Messaggio: 12-06-11, 09:10
  2. Campionato Pokerclub II Tappa - Video-Blog Live FINAL DAY
    Di il_Profeta nel forum Campione [S3-3]
    Risposte: 137
    Ultimo Messaggio: 19-05-10, 21:07
  3. [Baseball] Mlb - 19/4/2010 (+10.32)
    Di keiske nel forum SPORT NEWS, BLOG, SISTEMI E LIVE BETTING
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 20-04-10, 01:32
  4. Classifica IX Tappa
    Di DisorderAndChaos nel forum IPL 2009
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-09-09, 00:34
  5. Che tornei vi piacciono di piu'
    Di Boss nel forum PIW COMUNICAZIONI E REGOLAMENTO
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 15-01-08, 07:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato